Valutazione Aprioristica dell'Appropriatezza Clinica

Il Progetto definito “AUC Italia” è stato finalizzato alla realizzazione di uno specifico software applicativo, quanto più possibile aderente agli obiettivi posti dall’AGENAS per la costituzione di una “strutturata base di conoscenza sull’appropriatezza clinica”, al momento completamente inesistente in Italia.
L’applicazione è semplice da usare e consente di completare il ciclo di valutazione di un paziente in meno di due minuti.
Ogni percorso AUC è univoco e si completa con dei semplici check su percorsi predefiniti con possibilità di inserire in qualsiasi momento indagini e documentazione del paziente in formato elettronico. In alcuni percorsi sono previste delle mini-routine per indicazioni/calcolo di indici di ausilio alla valutazione (es: Duke Threadmill Score, GRACE, ecc.). L’applicazione è di supporto allo specialista nel processo di valutazione e non sostituisce il suo giudizio, è sempre il medico a decidere se accettare o rifiutare quanto proposto, avendo anche la possibilità di motivare le proprie decisioni. Infatti, nella pratica clinica occorre anche saper valutare il rapporto costo/beneficio nel singolo paziente, che è inteso come entità unica.
L’applicazione – pur replicando fedelmente uno schema collaudato su scala mondiale – è stata sottoposta a un periodo di sperimentazione affinché si possano valutare i benefici effettivi, la validità scientifica di quanto proposto e la relativa contestualizzazione dei contenuti, nonché l’affidabilità ed usabilità del software stesso.
Esito del progetto è stata la realizzazione dell’applicazione in architettura WEB-based, denominata “Valutazione Aprioristica dell’Appropriatezza Clinica”. Il sistema di valutazione realizzato riguarda l’esame di Coronarografia, ma l’applicazione è stata predisposta per accogliere altri sistemi di valutazione AUC per pratiche diagnostiche, interventistiche e terapeutiche.